Musica e copyright

Scritto da il 21 Agosto, 2018

La musica è una parte importante della civiltà. Secoli erano passati, ma la musica sopravvisse e arrivò persino a maggiori altezze ogni singolo decennio. Di fatto, la domanda di musica è aumentata molto costantemente negli ultimi 10 anni e continuerà in quel modo nel prossimo futuro. Arriva insieme alla grande quantità di entrate che l’industria musicale sta ottenendo anno dopo anno. È una forza inarrestabile poiché le persone cercano sempre il prossimo grande artista dietro l’angolo, continuando così il ciclo e l’importanza della musica. La domanda di contenuti musicali è ai massimi livelli. Le entrate della musica globale dall’inizio del secolo sono state costanti. La valuta è misurata in miliardi.

Man mano che la tecnologia cresceva, la musica diventava più tecnica, complessa e richiesta. Altri prendono il merito di usare la musica che non possiedono. Al giorno d’oggi, i musicisti indipendenti sono ben consapevoli di proteggere il loro lavoro per scopi legali. Attraverso le licenze musicali, puoi essere sicuro che il tuo patrimonio / lavoro sia protetto legalmente.

Cos’è la licenza di musica? La licenza di musica è la licenza utilizzata per la musica protetta da copyright. Ciò consente al proprietario della musica di mantenere il copyright del proprio lavoro originale. Garantisce inoltre che il proprietario del lavoro musicale venga risarcito se la sua musica viene utilizzata da altri. Le società di licenze musicali hanno diritti limitati per utilizzare il lavoro senza accordi separati. Nelle licenze musicali, puoi ottenere il tuo lavoro sotto licenza sotto forma di musica, composizione e songwriting.

Durante il processo di licenza musicale, ci sono termini che saranno discussi dai gruppi coinvolti. Se sei un musicista indipendente, saresti il ​​licenziante. Tu sei il responsabile della musica creata, quindi sei il proprietario del copyright del lavoro con licenza. Un licenziatario sarebbe la società di licenze musicali in quanto sarebbe quello che distribuirà il tuo lavoro ad altri settori. Raccoglieranno anche le tasse di riscatto per distribuirle di nuovo se la tua musica è inclusa in spettacoli dal vivo, programmi TV, pubblicità, campagne, videogiochi, ecc.

Esistono anche due tipi di contratti nell’ambito delle licenze musicali, ovvero il contratto esclusivo e il contratto non esclusivo. Contratto esclusivo significa che il tuo lavoro viene concesso in licenza esclusivamente a una singola società di licenze musicali. Solo una singola azienda ha l’autorità per distribuire e commercializzare il tuo lavoro. Se hai firmato un contratto esclusivo con la tua canzone o il tuo album, non puoi usare gli stessi contenuti musicali e farlo firmare da altre compagnie di licenze musicali. L’accordo è esclusivo e riservato al licenziante e al licenziatario.

Il contratto non esclusivo consente a una seconda parte di distribuire il proprio lavoro e non vieta al licenziante di vendere la propria musica ad altre società di licenze musicali o licenziatari. Un musicista indipendente può firmare un contratto non esclusivo per più aziende che utilizzano lo stesso contenuto musicale. I contratti non esclusivi sono generalmente utilizzati per impedire a un individuo di essere rinchiuso in un contratto restrittivo prima che il suo lavoro guadagni popolarità. Questo tipo di contratto è progettato per proteggere gli artisti musicali dagli approfittatori nelle prime fasi delle loro rispettive carriere mentre sono in procinto di portare la loro musica a un pubblico più ampio.

Vi sono anche casi che comportano pagamenti diretti per contenuti musicali usati. Questo è chiamato tariffe di sincronizzazione. La tassa di sincronizzazione è una licenza concessa da un detentore di una musica protetta da copyright per consentire a un licenziatario di sincronizzare la musica con supporti visivi quali pubblicità, film, programmi TV, trailer di film, videogiochi, ecc. Ad esempio, un produttore di video ha un disperato bisogno di contenuti musicali per un determinato progetto e si trova in un tempo limitato per trovarne uno.

In questi casi, l’artista e la società di licenze musicali saranno contattati direttamente per l’eventuale utilizzo del lavoro originale e negoziare il pagamento anticipato in questione. Le tariffe di sincronizzazione possono variare da pochi dollari a un paio di centinaia di dollari o fino a migliaia. Il pagamento di solito dipende da quanto è grande e affermata un’azienda. Se si tratta di una società nota, esiste una probabilità che la commissione di sincronizzazione aumenti di valore.

Dobbiamo capire che le aziende al giorno d’oggi stanno pagando il premio per la musica al massimo storico. L’afflusso e le entrate generate da diversi settori industriali valgono miliardi di dollari e gli artisti musicali che hanno ottenuto la licenza della loro musica avranno una grossa fetta di quel denaro. Il contenuto della musica è molto importante. Ogni singola azienda ha bisogno di contenuti visivi e audio. Non è possibile fare pubblicità, spettacoli e film senza avere contenuti musicali.

Le licenze musicali offrono compensi per le risorse utilizzate. Questo è chiamato tasse di royalty. Una commissione di royalty è il pagamento raccolto da una parte di un’altra per l’uso continuativo di una risorsa protetta da copyright. Puoi essere ricompensato se il tuo lavoro è caratterizzato da esibizioni pubbliche dal vivo. Per ogni uso live della tua musica, ricevi un risarcimento se detieni il copyright del tuo lavoro.

L’American Society of Composers, Authors and Publishers (ASCAP) ha incassato oltre 941 milioni di dollari in tasse di licenza e ha distribuito 827,7 milioni di dollari di royalties ai suoi membri nel 2014. L’IMC, d’altra parte, ha incassato oltre 1,013 miliardi di dollari in diritti di licenza e distribuito oltre $ 877 milioni di dollari di royalties ai suoi membri durante l’anno 2015.

Le licenze musicali sono il modo moderno di guadagnare musica. Negli ultimi anni, le vendite fisiche erano diminuite. La musica in streaming ha preso il sopravvento perché è più comoda e pratica con l’aiuto del World Wide Web. Con l’aumento delle vendite in streaming, le cifre che potrebbero essere raccolte come tasse sui diritti potrebbero aumentare negli anni a venire. Infatti, come dichiarato in un sito web australiano di recensioni finanziarie, lo streaming ha generato 2,5 miliardi di dollari di vendite di musica negli Stati Uniti lo scorso anno, superando i download digitali come la principale fonte di entrate musicali del settore. Come indicato nella figura in basso, si prevede che lo streaming globale della musica raggiungerà livelli più alti in termini di entrate nei prossimi anni.

Internet ha contribuito notevolmente all’aumento delle licenze musicali e dello streaming. 20 anni fa, la distribuzione della musica non è stata esattamente così grande. Spettacoli televisivi e registi sono le due principali industrie che hanno bisogno di contenuti musicali. Oggi ci sono sempre più programmi TV, film, pubblicità, film, pubblicità e tonnellate di videogiochi che hanno bisogno di contenuti musicali. È sicuro dire che Internet ha aperto l’occhio del pubblico sulle opportunità che ne derivano.

Uno dei siti più visitati al mondo è YouTube. Le persone usano, duplicano, rilavorano, copiano, rivedono e suonano musica di artisti diversi in tutto il mondo. Ha anche un afflusso di annunci che contiene contenuti musicali. Per monitorare tutti questi dati, YouTube ha un sistema Content ID. Se la tua musica è concessa in licenza, puoi contattare questo sito e dare un’occhiata ai loro dati e vedere se il tuo lavoro viene utilizzato da altre parti. In qualità di licenziante, hai l’autorità di intraprendere azioni come disattivare l’audio che corrisponde alla tua musica, bloccare la visualizzazione di un intero video, tenere traccia delle statistiche di visualizzazione del video o monetizzare il video pubblicando annunci pubblicitari su di esso. Ogni paese ha regole diverse a riguardo. Ma YouTube gestisce un sacco di pubblicità e monetizzare il lavoro da questo sito è molto probabile.

Se sei un musicista indipendente, devi migliorare e infondere professionalità nel tuo mestiere per avere la possibilità di essere firmato da una compagnia di licenze musicali. Con miliardi di dollari di entrate coinvolte oggi, vuoi almeno una fetta della torta. Monetizzare la tua passione non è mai facile ma prendere le misure necessarie per farlo funzionare è un must per raggiungere il successo.


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *



Telesia Fm

La Radio dei Grandi Successi

Traccia corrente

Titolo

Artista